Ultimo aggiornamento alle 12:28

Whatsup

Roberto Gentile,
blogger, editore, esperto di retail turistico, community-manager, head-hunter
|

Valtur mi ha lasciato a casa, e io vado in bici a Gibilterra!

Mi chiamo Riccardo, ho 45 anni. Vivo a Pavia con mia moglie Alexandra e mia figlia Vittoria. Fino a tre mesi e mezzo fa potevo dire di lavorare. Adesso non posso più farlo.

Dopo tanti anni trascorsi nel mondo del lavoro, prima come agente di viaggi poi come commerciale per i Grandi Viaggi e Valtur, dallo scorso novembre sono disoccupato. La riorganizzazione di Valtur ha colpito anche me, come decine di colleghi: io resto a casa, e ho dovuto farmene una ragione.

La disoccupazione regala molto tempo libero che ho utilizzato per trovare una nuova occupazione e per dedicarmi di più alla famiglia e a me stesso. Dopo tre mesi di curriculum compilati e inviati, però, nulla si è mosso. Parole, parole, parole. Fatti, zero.

Da tempo desideravo fare un lungo viaggio in bicicletta, allora ho deciso di partire. Da Pavia, verso il Sud! Destinazione Barcellona, poi mi sono detto “Beh, visto che sono laggiù, tanto vale che arrivi alla fine dell’Europa, a Gibilterra!”. Sono partito il primo febbraio sotto la neve, ho preso tanta di quell’acqua che mai nella vita, oggi sono arrivato a Barcellona dopo aver percorso 1.318 km. Il ritmo lento della bici mi offre l’opportunità di osservare il mondo alla ricerca di idee e nuove possibilità. E anche di un nuovo lavoro. La mia storia è qui

Bravo Riccardo, collega coraggioso e autore di un magnifico story-telling (firmato Roberto Gentile)

Leggi anche: Valtur
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori

Torna su
Chiudi