Ultimo aggiornamento alle 11:43

Whatsup

Roberto Gentile,
blogger, editore, esperto di retail turistico, community-manager, head-hunter
|

Il catalogo è morto. Ora c’è il foglietto

 Solo qualche anno fa si andava alle fiere a raccogliere i cataloghi dei tour operator. Al TTG Incontri o in Bit, i bravi agenti si attrezzavano con trolley assai capienti, li stipavano di depliant ancora freschi di stampa e la sera si trascinavano con fatica fino all’auto o al pullman.

La mattina successiva, con un pizzico d’orgoglio, avrebbero potuto mostrare ai clienti il depliant della crociera o del villaggio tanto desiderato “Ecco, l’ho preso per lei, è appena uscito!”. Nelle sedi dei tour operator le settimane immediatamente precedenti la Bit o il TTG Incontri erano caotiche: contratti, prezzi, foto, tabelle e - immancabilmente - litigi selvaggi con gli stampatori, che: a) cannavano qualche tabella a 12 colonne b) consegnavano direttamente la mattina dell’evento.
 
Adesso, nelle fiere i cataloghi dei t.o. non ci sono più. Qualcuno dirà che non ci sono più neanche i t.o., e in parte ha ragione. Ma gli oggetti del desiderio di tanti agenti sono semplicemente evaporati. “Guarda, questa è solo l’anteprima” dicono da uno, “Ne abbiamo stampate solo poche centinaia di copie” dicono da un altro...
 
Chi ha ucciso il catalogo?! Il foglietto. Ovvero quella stampata stropicciata col quale il cliente si presenta in agenzia e proclama “Ho trovato questa offerta del t.o. xy sul sito yz a 299 euro! Se non mi trovate lo stesso a 5 euro in meno prenoto sul web!”. Al che il bravo agente fa accomodare il cliente, cerca d’interpretare lo stropicciato foglietto e inizia a fare il suo lavoro.
 
Qualcuno il catalogo non lo stampa più, alla fine on line si trova tutto. D’accordo, ma che fine faranno i trolley dei bravi agenti di viaggi?! Destinati - anch’essi - alla rottamazione...

Leggi anche: cataloghi
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori

Torna su
Chiudi