Ultimo aggiornamento alle 11:59

Whatsup

Roberto Gentile,
blogger, editore, esperto di retail turistico, community-manager, head-hunter
|

Abu Simbel e Abu Dhabi, non è la stessa cosa?! Povera geografia...

Colloquio in agenzia: “Ma Abu Simbel non è mica dove c'è quell'hotel a forma di palma?!” “Mmhh, no... intende a forma di vela?” “Ecco, quello, giusto, è Abu Dhabi!” “Veramente sarebbe Dubai...” “Beh, sempre un emiro è!” conclude soddisfatto il cliente.

La geografia è una Cenerentola. Lo è sempre stata, dai tempi della scuola, quando si bocciava in italiano o matematica, mai in geografia (o educazione fisica). “Vede, signora, suo figlio è distratto, mi ha messo Vienna in Germania...” “E che sarà mai, sono pure vicine...”.

Ecco, tra i clienti che NON vorremmo in agenzia ci sono pure gli ignoranti in geografia. Che sono di due tipi. Quelli patologici, che non hanno proprio le basi, per i quali la Scandinavia è una regione indefinita del Nord Europa, i Paesi baltici boh, Vancouver è negli Usa e l’isola di Pasqua è come Atlantide, non esiste. Per loro non c’è speranza.

Poi ci sono gli ignoranti di ritorno, che si dividono in due sottotipi. Quelli prodotti da overdose di Booking.com e Kayak, che a forza di smanettamenti si ritrovano a Chisinau (non è in Austria?) o a Stavanger (oddio, cos’è la Scandinavia?). Tipologia magnificamente rappresentata dalle “due Barbie dai denti e dal fisico perfetto” che un improvvido (o sadico...) bigliettaio di Roma Termini spedisce a Barcellona Pozzo di Gotto (Me) anziché a Barcellona (Spagna, credo...).

Poi ci sono gli ignoranti “che me l’ha detto/l’ha fatto qualcuno di cui mi fido!” e contestano l’agente di viaggi. Sono i peggiori. “Senta, niente traghetto, io da Barcellona a Ibiza ci vado in auto!” “Come, 2 ore e mezzo da Olbia al Telis? Mio cugino ci ha messo un’ora!” “Va bene, a Malindi compro il safari di un giorno, voglio fare Masai Mara, Amboseli e Tsavo” “Niente escursione, io dal Dominicus a Santo Domingo ci vado in motorino”.

E il Salento, che è il must dell’estate 2015?! “Mia suocera dormiva a Otranto, ma andava al mare a Gallipoli, meno di mezz’ora...”. “Lecce è in provincia di Brindisi (o viceversa)”. “Lo Ionio è quello che sta a destra o a sinistra? Intendo arrivando da Napoli...”.

Povera geografia. Non c’è speranza. Buon Ferragosto.

Leggi anche: agenzie di viaggi
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori

Torna su
Chiudi