Ultimo aggiornamento alle 11:31
|

Stati Uniti nella morsa del gelo, previsti nuovi disagi nei trasporti

Non accenna a placarsi l'ondata di gelo che ha investito gli Stati Uniti, dal centro alla costa orientale. Ieri sono stati oltre 4300 i voli cancellati, mentre altri 6500 hanno subito ritardi e gli aeroporti del corridoio nord-orientale - Jfk, La Guardia, Newark e Boston - hanno ridotto considerevolmente le operazioni abituali.

Nuovi disagi sono in vista negli scali del Paese per i prossimi giorni, per i quali i servizi meteo prevedono, dopo la neve, un ulteriore abbassamento della temperatura, fino a raggiungere il record degli ultimi vent'anni.

La colonnina di mercurio potrebbe, infatti, scendere fino a -50 in alcune zone del Midwest. Oltre al Montana, già investito da temperature glaciali, saranno interessati anche Illnois, Ohio, Sud Dakota e altri Stati a clima solitamente più mite, come ad esempio il Tennessee e l'Alabama.

Intanto in Canada la temperatura è già scesa ieri a -29 gradi a Toronto e a -38 a Quebec City, mentre è stata diramata un'allerta per nevicate nell'Ontario.

Leggi anche: neve, Stati Uniti, Usa, maltempo
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi