Ultimo aggiornamento alle 10:16
|

Crac vecchia Livingston
Rischia anche Colombo

di Rita Pucci

Massimo Ferrero, Giancarlo Celani, Gianni Sebastiani e Pellegrino D’Aquino. Oltre a Bruno Colombo, tra gli altri. Il management della vecchia Livingston viene chiamato a processo.

Sono nove le persone per cui è stato chiesto il rinvio a giudizio, tra le dodici indagate per il crac della compagnia aerea. Tra questi anche il nome di Bruno Colombo, ai tempi presidente di Viaggi del Ventaglio, oltre ai componenti del consiglio d’amministrazione della vecchia compagnia aerea, sino a febbraio 2009 sotto l’egida del tour operator.

Il rinvio a giudizio, secondo quanto riporta La Provincia di Varese, è stato chiesto dal p.m. Pasquale Addesso anche per Massimo Ferrero, imprenditore del mondo cinematografico che ha presieduto il vettore sino a ottobre 2010 attraverso Fg Holding, così come per Giancarlo Celani, amministratore delegato del vettore sino ad agosto dello stesso anno, ora rientrato nella squadra della New Livinsgston di Riccardo Toto.

Nella lista dei rinviati a giudizio compaiono anche Gianni Sebastiani, vicepresidente Livingston, e Pellegrino D’Aquino, che è succeduto nel ruolo di a.d. a Celani sino a ottobre 2010.

Si apre così la strada processuale per una vicenda, quella di Livingston, che per lungo tempo ha tenuto l’intero settore con il fiato sospeso. Nei prossimi giorni potrebbe essere fissata la data per l’udienza preliminare, sempre secondo quanto riporta la testata varesina.

La compagnia aerea ha visto le proprie sorti legate a quelle del t.o. Viaggi del Ventaglio, che ha ceduto nel febbraio 2009 la proprietà del vettore alla Fg Holding di Massimo Ferrero. Proprio la gestione degli ultimi anni della compagnia è al centro delle indagini degli inquirenti, in particolare per flussi anomali di denaro che dalle casse della Livingston sarebbero passate ad altre società, sempre riconducibili all’imprenditore cinematografico.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi