Ultimo aggiornamento alle 15:57
|

Ryanair: indicatori al rialzo nel primo semestre della low cost

Ryanair ha archiviato il primo semestre dell'esercizio con ricavi in crescita del 15 per cento e utili in aumento del 10 per cento rispetto ai primi sei mesi del 2011.

Le cifre sono rispettivamente di 3,11 miliardi e 596 milioni di euro. Trend positivo anche per il traffico, che, con 48 milioni di passeggeri, registra un incremento del 7 per cento.

Sul piano tariffario l'aumento medio è di 6 punti percentuali, mentre i costi unitari sono aumentati dell'8 per cento a causa, principalmente, del caro carburante, aumentato del 2 per cento.

Migliorate anche le ancillare revenue, cavallo di battaglia della no frills irlandese: 12 per cento in più rispetto al primo semestre 2011, con una quota di circa 12 euro a passeggero.

"I punti salienti del semestre includono utili e traffico in aumento, una flotta cresciuta sino a 298 Boeing 737-800 - ha sottolineato il ceo di Ryanair, Michael O'Leary (nella foto) -. Inoltre, sono state annunciate due nuove basi, a Paphos (Cipro) e Maastricht (Olanda), e lanciate 158 nuove rotte per un totale di 1.500 voli al giorno. Alcune compagnie aeree europee low cost hanno chiuso quest'estate, ma anche vettori legacy come Af-Klm, Iag e Lufthansa hanno avviato piani di ristrutturazione con una forte contrazione dell'attività di corto raggio".

Leggi anche: Ryanair, michael O'Leary
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi