Ultimo aggiornamento alle 08:27
|

Alitalia-Ita, via libera Ue
Ecco i punti dell’accordo

Ita si farà. E se riuscirà a vincere il bando di gara che verrà lanciato nelle prossime settimane potrà essere Ita-Alitalia. Dopo settimane di una lunga ed estenuante trattativa la Commissione europea e il Governo italiano sono riusciti a raggiungere un punto di incontro sul percorso per la creazione della nuova compagnia aerea italiana che dovrà prendere l’eredità di Alitalia dopo quattro anni di commissariamento. Ma il percorso per arrivare al traguardo sarà ancora lungo e molti punti dovranno ancora essere definiti nei dettagli.

L’annuncio di Giorgetti
“La Commissione sostiene gli sforzi dell'Italia per preparare quanto prima il lancio di Ita come nuovo e vitale attore di mercato in linea con le norme Ue”, si legge nella comunicazione ufficiale diramata al termine dell’incontro tra la vicepresidente della Commissione europea Margrete Vestager e i due rappresentati del Governo, il ministro dell’Economia Daniele Franco e quello dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Quest’ultimo ha poi aggiunto che con l’intesa “inizia il percorso tecnico per la nascita di una compagnia sostenibile, la nuova Alitalia che dovrà essere operativa il prima possibile, ragionevolmente ad agosto”.

I prossimi passi
Ma cosa si cela dietro le dichiarazioni di rito? Per avviare la nuova compagnia aerea sarà necessario un ampio ridimensionamento, secondo l’analisi di Corriere.it. Il nuovo vettore partirà infatti con una flotta di non più di una cinquantina di aerei e con un netto taglio del personale e degli slot (a Linate in primo luogo, ma anche a Fiumicino e in altri aeroporti europei). Per handling e manutenzione dovrà partecipare ai bandi di gara ma solo per il primo potrà avere la maggioranza, mentre il programma Millemiglia sarà ‘off limits’. E poi c’è il capitolo del brand Alitalia, che potrà essere utilizzato solamente se l’offerta di Ita sarà superiore a quella di altri partecipanti alla gara.

Decollo in autunno
A quando il decollo? Le prime indicazioni fanno presupporre che questo avvenga con l’avvio dell’orario invernale, nonostante le dichiarazioni di Giorgetti. Ma l’ingresso sul mercato ad agosto potrebbe avvenire dal punto di vista commerciale con Ita che inizierebbe a vendere il prodotto Alitalia, proprio per l’inverno. Nel frattempo arriveranno i 100 milioni di euro stanziati dal Governo per garantire l’operatività di Alitalia durante l’estate. Sperando che, come già avvenuto in passato, altri colpi di scena non interrompano il percorso iniziato.

Leggi anche: Alitalia
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi