Ultimo aggiornamento alle 10:12
|

FlixBus potenzia la rete nella Penisola: 150 destinazioni per l’estate

Salgono a 150 le destinazioni collegate da FlixBus in Italia. L’operatore di bus di lunga gittata potenzia il network sulla Penisola, assicurando una copertura omogenea da Nord a Sud.

A partire dal 6 maggio, FlixBus collegherà perciò circa 150 destinazioni in 18 regioni italiane, con una rete che si estenderà dal Friuli-Venezia-Giulia fino alla Sicilia.

I piani
L’operatore potenzierà le corse verso le grandi città - come Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Venezia e Trieste -, ma anche verso le medie e piccole destinazioni, con un occhio di riguardo per le città d’arte. “Tale decisione – spiega Flixbus in una nota - risponde alla volontà di valorizzare itinerari troppo spesso destinati a restare secondari per la carenza di collegamenti, e redistribuire più equamente i flussi di visitatori sul territorio, contribuendo in questo modo alla ripartenza del settore turistico”.

Città come Cremona, Udine, Reggio Emilia, Modena, Ferrara e Ravenna andranno quindi ad aggiungersi a Bergamo, Brescia, Como, Trento, Bolzano, Parma, Siena, Macerata e Perugia.

Fra i piccoli comuni, saranno collegati, fra gli altri, Merano, in Alto Adige, e Todi, in Umbria. Questi si affiancheranno a destinazioni minori già raggiunte dalla rete di FlixBus, come Poggibonsi, in Toscana, e Osimo e Loreto, nelle Marche.

Grande attenzione anche verso il Sud Italia. Per l’estate FlixBus servirà Caserta, Salerno, Andria, Lecce, Taranto, Matera, Cosenza, Reggio Calabria, Messina, Catania e Siracusa. Mete a cui si affiancheranno Altamura e Ostuni, in Puglia; Corigliano e Rossano, in Calabria.

Saranno inoltre operativi collegamenti verso diverse località minori, come Pompei e Augusta, in Sicilia.

Verso il mare
Flixbus servirà poi le località balneari, come Rimini, Porto Recanati, Civitanova Marche e San Benedetto del Tronto; Pescara e Alba Adriatica; Termoli, Polignano a Mare e Monopoli. Ma anche Taormina, Policoro, Sibari, Cariati, Cirò Marina e Pizzo.

“Noi siamo pronti a fare la nostra parte per aiutare il turismo a ripartire, nel rispetto delle regole e della situazione sanitaria, rendendo giustizia a un patrimonio paesaggistico, artistico e culturale che, da solo, può contribuire in larga parte al rilancio del Paese – spiega in una nota Andrea Incondi, managing director di FlixBus Italia -. Auspichiamo che anche il Governo percepisca e supporti adeguatamente questa ripartenza”.

Saranno poi garantiti collegamenti diretti con i principali aeroporti italiani, dagli scali romani di Fiumicino e Ciampino a quello lombardo di Orio al Serio, passando per lo scalo di Venezia e quello napoletano di Capodichino.

Estero
Per quanto riguarda i servizi internazionali, lo schedule estivo prevede collegamenti verso più di 30 città. Novità nel network saranno Strasburgo, Lugano e Lucerna.

Saranno inoltre operativi collegamenti diretti con 10 città in Germania, tra cui Monaco di Baviera, Francoforte sul Meno e Stoccarda; con Barcellona in Spagna, con Lubiana in Slovenia e con Zagabria in Croazia.

Leggi anche: Flixbus
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi