Ultimo aggiornamento alle 13:26
|

Continuità territoriale: liberalizzato il 40% delle linee con le isole

L’Autorità di regolazione dei trasporti ha espresso parere favorevole sulla verifica di mercato svolta dal Mit relativa ai collegamenti marittimi con Sardegna, Sicilia e Isole Tremiti. In particolare, l’Art ha valutato positivamente la scelta del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di aprire al mercato quattro collegamenti su dieci che in precedenza erano oggetto di convenzione: Livorno-Cagliari, Ravenna-Brindisi-Catania, Genova-Olbia-Arbatax e Napoli-Palermo. Tutto questo in quanto la presenza consolidata di operatori in concorrenza ha fatto cessare le condizioni di fallimento di mercato che giustificavano l’intervento pubblico attraverso il ricorso a un regime di compensazioni.

L’Autorità di regolazione dei trasporti, si legge su Hotelmag, ha inoltre ritenuto conforme alle proprie misure regolatorie la volontà del Mit di procedere alla richiesta di manifestazioni di interesse per l’imposizione di obblighi di servizio pubblico sul collegamento Civitavecchia-Olbia. La stessa Art ha infine valutato positivamente la scelta di mantenere l’affidamento a gara con Contratto di Servizio delle linee Napoli-Cagliari, Palermo-Cagliari, Genova-Porto Torres (per il periodo invernale), Civitavecchia-Cagliari-Arbatax e Termoli-Tremiti riconoscendo la mancanza di garanzie che il libero mercato possa soddisfare le esigenze della domanda.

Complessivamente, nel 2019, i servizi di cabotaggio marittimo hanno registrato, in Italia, circa 79 milioni di passeggeri imbarcati e sbarcati, di cui circa il 2,5% riconducibile alle isole oggetto della convenzione Mit-Cin.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi