Ultimo aggiornamento alle 16:56
|

Londra: prosegue il ponte aereo per il rientro degli italiani

Londra sta rapidamente passando da meta dei sogni a destinazione dalla quale fuggire per il dilagare dei contagi da coronavirus. Some segnalato dall’Ansa, Alitalia continua a garantire un collegamento al giorno per i rimpatri o i viaggi d'emergenza sulla rotta Londra-Roma.

Le ultime stime indicano in oltre 5mila coloro che in pochi giorni hanno approfittato del ponte aereo della compagnia di bandiera.
Non solo studenti – riporta l’Ansa riferendosi al giornale digitale 'Londra, Italia' -, ma anche lavoratori stagionali, per lo più impiegati in bar, hotel o ristoranti chiusi o vuoti. E poi giovani professionisti.
Non si tratta ancora di una fuga di massa, dal momento che i connazionali nel Regno sono all'incirca 700mila, in larga parte residenti a Londra.
Ma il flusso è rilevante e testimonia le ansie e i timori di chi si è trovato a vivere questa emergenza sanitaria lontano. Riscoprendosi spesso anche senza un lavoro, a causa del lockdown che  il Regno Unito ha adottato.

Alitalia intanto continua a operare su richiesta della Farnesina e con il coordinamento dell'ambasciata d'Italia. Un decollo al giorno, adesso, autorizzato dalle autorità locali dall'aeroporto di Heathrow in direzione Fiumicino. "Non è stato  semplice, ma siamo riusciti a creare un ponte operativo per rimpatriare migliaia di concittadini - dice Raffaele Trombetta, ambasciatore italiano a Londra -. Le richieste di rientro continuano ad essere numerose, mentre cerchiamo di garantire assistenza pure a chi ha scelto di restare".

Leggi anche: Londra
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi