Ultimo aggiornamento alle 12:29
|

I progetti Air Dolomiti tra feederaggio a Lh e point to point per le mete leisure

Una doppia anima, quella di Air Dolomiti. La compagnia aerea italiana del Gruppo Lufthansa è una piccola ‘macchina da guerra’, che macina volumi e risultati e riesce a coniugare un modello da feederer con quello di operatore leisure point2point. Lo sottolinea il vp commerciale della compagnia Paolo Sgaramella, in un’intervista rilasciata a TTG Italia, inquadrando il ruolo del vettore regionale nella grande galassia del Gruppo Lufthansa: “Il nostro compito è duplice: proseguire da un lato il feederaggio verso i maggiori hub della Germania – spiega Sgaramella - e stimolare dall’altro la domanda sul point to point”…” (Continua sulla Digital Edition)

I progetti del vettore regionale di casa Lufthansa passano anche dagli investimenti sul fronte della flotta, che dal 2016 alla summer 2018 è passata da 10 a 12 aeromobili Embraer 195, “un fattore che bisogna tenere in considerazione nel nostro piano di crescita” dice Sgaramella nell’intervista pubblicata su TTG Magazine in distribuzione e consultabile online nella Digital Edition.

E sul fronte della distribuzione il manager sottolinea l’importanza dei canali tradizionali, con le agenzie di viaggi in primo piano, cui si affincano il segmento corporate e quello tour operating, “con cui gli accordi vengono costantemente aggiornati”.

L’INTERVISTA COMPLETA È DISPONIBILE ALLA PAG. 13 DI TTG MAGAZINE IN DISTRIBUZINE, CONSULTABILE ANCHE ONLINE NELLA DIGITAL EDITION A QUESTO LINK.

Leggi anche: Air Dolomiti, Lufthansa
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi