Ultimo aggiornamento alle 13:12
|

Aerdorica e Gruppo Loccioni: il marketing territoriale piace agli aeroporti

Il marketing territoriale conquista gli aeroporti italiani. Questa volta è lo scalo di Ancona  a mettere in atto un piano che punta a coinvolgere le realtà di primo piano sul fronte turistico e imprenditoriale dell’area di riferimento.

Aerdorica, società che gestisce lo scalo di Falconara, ha infatti incontrato i vertici del Gruppo Loccioni e di altre realtà marchigiane, con lo scopo di “aprirsi sempre più al territorio ed istituire relazioni sempre più importanti con tutti gli attori regionali” si legge in una nota.

L’intento è infatti quello di coinvolgere in un tavolo di concertazione quanti più attori del territorio possibili, anche a sostegno del piano industriale dello scalo che conta di rafforzare i collegamenti con gli hub internazionali, lo sviluppo delle rotte verso i Balcani e verso l’Est.

Aerdorica “vuole cogliere qualsiasi  occasione di sviluppo, soprattutto per ulteriormente valorizzare il suo naturale ruolo di hub dell'Adriatico  e principale porta d’accesso in Italia per i paesi oltrecortina  – ha sottolineato Andrea Delvecchio, a.d. Aerdorica –. Il collegamento con le più importanti città europee è motivo di orgoglio soprattutto in quanto  rappresentano internodi internazionali e  poli industriali importanti, dove l'export delle industrie marchigiane trova mercati di grande attrattiva".

Di qui la previsione di un ulteriore sviluppo per lo scalo di Ancona sia nel settore business che in quello del turismo. “E' un’iniziativa concreta – ha dichiarato  Enrico Loccioni, presidente del Gruppo Loccioni – che rappresenta una straordinaria opportunità non solo per noi che ne siamo concreti promotori, ma anche per centinaia di imprese marchigiane  del Made in Italy”.

Leggi anche: Ancona, aerdorica
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi