Ultimo aggiornamento alle 11:58
|

O'Leary, Ryanair: "Dovevamo essere più buoni prima"

"Eravamo e siamo l’Ikea del trasporto aereo, ma se avessimo saputo che essere gentili dava risultati lo avremmo fatto ben prima". Si riassume in questa dichiarazione la resa di Michael O’Leary alla nuova policy ‘be nice’ targata Ryanair.

Una politica che non solo piace ai passeggeri, ma riesce a dare anche un ritorno tangibile ai conti dell’aerolinea. I profitti del semestre sono infatti da record per la low cost irlandese, che incassa un +32 per cento sullo stesso periodo 2013.

E le stime per la chiusura del consuntivo 2014 arriverebbero molto vicine al +50 per cento. Un traguardo di tutto rispetto, che si affianca all’annuncio di un dividendo pari a 520 milioni di euro e che deve molto anche alle nuove policy messe in campo da Ryanair.

Maggiore attenzione al servizio, un sito web più facile da fruire, aperture al settore corporate e family, un customer care rivoluzionato: questi i fattori su cui Ryanair ha potuto contare in questi ultimi mesi. Strategia che si affianca dal punto di vista operativo all’impegno su aeroporti più centrali, come nel caso, in Italia, degli investimenti su Roma Fiumicino.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi