Ultimo aggiornamento alle 17:31
|

'United
for Egypt'
La parola
al mercato

“L'industria del turismo riesce a fare sistema”.

La sintesi della prima giornata di United for Egypt a Marsa Alam, che TTG Italia ha seguito in diretta web, è affidata al neopresidente Astoi Luca Battifora. Un primo importante risultato di un evento, ospitato a Port Ghalib, che punta dritto a rilanciare la destinazione in vista dell'alta stagione. Con un unico neo: l'uscita dallo sconsiglio su Sharm non sembra essere ancora dietro l'angolo, come è stato ribadito anche oggi, nonostante le parti in causa siano al lavoro in questa direzione.

Necessità principale ora, quindi, è rendere chiaro al pubblico che la meta è sicura e che c'è una (grande) parte del Paese non interessata dal warning della Farnesina, dove i turisti possono viaggiare senza problemi.

Nel frattempo il tour operating italiano chiede a gran voce agevolazioni e incentivi, considerando gli aumenti su visti e tasse aeroportuali che “non aiutano certo in questo momento dove dobbiamo essere più competitivi”, evidenzia il presidente Swan Tour Georges Adly Zaki. Il ministro Hisham Zaazou ha intanto garantito il proprio appoggio agli attori del mercato su più fronti, ribadendo però la necessità di una revisione dello sconsiglio.

La situazione resta quindi aperta, anche se i segnali positivi non mancano, così come è chiara la convinzione che “l'Egitto ha un peso fondamentale ed è il secondo prodotto più venduto in agenzia dopo il Mare Italia”, come ricorda l'a.d. di Geo Travel Network Luca Caraffini.

Nel settore traspare un po' più di ottimismo, ma c'è ancora molto lavoro da fare.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi