Ultimo aggiornamento alle 09:23
|

InViaggi: "I vettori low cost non ci spaventano"

L’estate del Mar Rosso presenterà una singolare novità quest’anno: l’avvio delle operazioni di easyJet, prima low cost ad atterrare a Sharm el Sheikh.

Un primo fendente a una destinazione che è stata baluardo per lunghe stagioni del modello charter. Gli operatori stanno ancora prendendo le misure, anche per capire come e per quanto si potrà difendere l’ultimo tesoretto della filiera italiana.

Isabella Candelori, direttore vendite di InViaggi, si dice fiduciosa: "Non nutro particolari timori, possono esservene sugli alberghi generalisti ma sulle struttere brandizzate non vedo il motivo di preoccuparsi". Anche perché, come sostiene il manager, "il Mar Rosso e in particolare Sharm presentano due anime: vi sono i viaggiatori più indipendenti, come i sub ad esempio, che senz’altro sfrutteranno easyJet per muoversi in autonomia. Ma vi è anche una fetta importante di turisti ‘tipici’ che non sa o non vuole viaggiare da sola e preferisce appoggiarsi a una struttura organizzata e sfruttare tutte le comodità di un resort2.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi