Ultimo aggiornamento alle 12:17
|

Evaneos elimina i city break in aereo: “Così rafforziamo il nostro modello”

Una decisione senza precedenti. Dal 1 gennaio di quest’anno Evaneos ha deciso di eliminare dal suo catalogo i city break inferiori a 5 giorni che comprendano spostamenti in aereo.

“Fa parte del nostro progetto sulla decarbonizzazione, è il primo passo concreto che compiamo nelle direzione di un turismo più rispettoso dell’ambiente” spiega Viola Migliori (nella foto), country manager Southern Europe di Evaneos in un’intervista a TTG Italia.

L’operatore, che festeggia i suoi primi 15 anni, ha rafforzato il suo modello che prevede un turismo sostenibile, non solo dal punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economico, che vuole massimizzare i benefici sui territori sui quali opera. “L’impatto dei viaggi brevi in aereo è troppo forte – dice Migliori -. Per questo, abbiamo deciso di eliminare da catalogo queste proposte, rilanciando invece quelle sul corto e medio raggio che prevedano la possibilità di spostamenti in treno”.

Non che Evaneos non voglia più permettere ai suoi clienti i viaggi in aereo. “Il lungo raggio resterà nelle nostre proposte. Anzi, se devo parlare di mete che al momento vanno per la maggiore, vedo in testa il Perù e il Brasile, e anche in Buthan, l’Armenia, il Guatemala e l’Uzbekistan – continua Migliori -. Ma su queste destinazioni proponiamo viaggi più lunghi, che rendano sostenibile l’utilizzo dell’aereo. Una strategia che, già oggi, ci permette di notare un generale allungamento della permanenza media, che è cresciuto di 1 giorno”.

Fra i progetti che renderanno l’anno dell’anniversario particolare, la collaborazione con Planet Terra, che verrà lanciata all’ITB di Berlino. “Vogliamo integrare nel nostro business i loro progetti di turismo di comunità – spiega ancora Migliori -. Alcune delle loro proposte verranno inserite nei programmi delle agenzie locali con cui lavoriamo”. C. P.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi