Ultimo aggiornamento alle 15:22
|

Going racconta il suo Oriente, Casabianca: “È il culmine di un lungo percorso”

“Siamo passati dagli 11 milioni di fatturato del pre-Covid ai 30 milioni nel 2023, e il nostro obiettivo è di crescere ancora. Prevediamo infatti di poter arrivare a sfiorare, quest’anno, i 40 milioni”.

Maurizio Casabianca, chief commercial & operations officer di Going, è chiaro sugli obiettivi del tour operator: aumentare le cifre del business, certo, ma anche raffinare ulteriormente il prodotto, insistendo sempre più sulla personalizzazione di itinerari ed esperienze.

In questo quadro si inserisce la programmazione dedicata all’Oriente e oggetto di uno specifico catalogo che, come sottolinea Casabianca, è nuovo ma, in realtà, frutto di un lungo lavoro “durato quasi due anni per trovare la combinazione giusta di esperti che potessero realizzarlo”.

Focus sulla Thailandia
Al suo interno trova spazio, tra gli altri, un Paese che si è finalmente ripreso il ruolo che meritava nella mappa turistica degli italiani: la Thailandia. “La ripresa è arrivata, e lo ha fatto con cifre stanno superando le nostre aspettative - sottolinea Sandro Botticelli, marketing manager dell’Ente Nazionale per il Turismo Thailandese in Italia -. Il 2023 si è infatti chiuso con un totale di 191mila italiani, superando le previsioni di inizio 2023, che si fermavano a quota 180mila”.

Una ripresa che non accenna a rallentare, anzi: “Abbiamo appena archiviato il secondo miglior gennaio di sempre – continua Botticelli -, con 33.360 arrivi dall’Italia. Solo nel pre-Covid avevamo fatto meglio, con 36.100 italiani a gennaio 2020, ma allora avevamo i voli diretti”. Voli che torneranno da luglio con il Milano-Bangkok di Thai Airways, “cui speriamo di aggiungere, nel 2025, anche il volo diretto da Roma”.

“La nostra Thailandia, come tutti gli altri prodotti in catalogo - spiega Roberta Fichera, responsabile del prodotto Oriente per Going - nasce da una profonda riflessione sulla necessità di rispetto dei popoli e della loro cultura. Gli itinerari che proponiamo sono due: uno più classico e uno che consente sì di visitare Bangkok, ma anche di entrare in contatto con la popolazione locale del Nord del Paese”.

Tra le chicche del prodotto Oriente le crociere di lusso di Aqua Expeditions, con le sue unità che navigano lungo il Mekong e alla scoperta dell’arcipelago indonesiano.  “Si tratta - spiega Casabianca - di veri e propri hotel cinque stelle lusso galleggianti, nei quali il servizio di altissimo livello non è appannaggio della sola vita a bordo, ma si estende anche alle escursioni a terra, veramente sorprendenti e fuori dall’ordinario”.

Stefania Galvan

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi