Ultimo aggiornamento alle 12:00
|

Creo alla conquista di nuove destinazioni: mirino su Marocco, Filippine e Uzbekistan

Ci sono Marocco, Filippine e Uzbekistan all’orizzonte per Creo. A due anni di distanza dal debutto, il tour operator porta avanti il suo percorso di crescita aprendo nuove destinazioni. Le tre novità si aggiungeranno così alle novità lanciate alla fine di ottobre: Nepal, Buthan e India. Quest’ultima destinazione, in particolare, sarà protagonista di un educational programmato per il prossimo 5 dicembre con il pm Marco Mezzella. “Apriamo questa destinazione con grande entusiasmo grazie alla presenza di un vero esperto del Paese, Marco Mezzella, nostro collega che ha visitato l’India per ben 18 volte – spiega in una nota Luigi Leone, direttore prodotto Creo -. Abbiamo creato insieme a lui un itinerario esclusivo per i clienti Creo denominato India by Creo, che ha partenze garantite ogni sabato dall’Italia con un gruppo di 12 persone al massimo. Oltre alle tappe indimenticabili, il tour sarà ricco di esperienze che potranno essere vissute in loco dai nostri clienti, come: yoga davanti al Taj Mahal, giro in risciò a Nuova Delhi, cooking class in una famiglia locale di Jaipur, giro serale in jeep con cena in un ristorante tipico. In questo tour i clienti avranno sia la guida locale parlante italiano che un accompagnatore presente all’arrivo in loco fino alla ripartenza. Ci sarà la possibilità di personalizzare il viaggio aggiungendo la Magica Varanasi, dove i clienti potranno godere di una lezione di yoga sulle rive del fiume Gange. Non mancheranno - aggiunge Leone - altre tipologie di proposte per la destinazione, tra cui l’immancabile Places of India, che conterrà le tappe principali per chi non ha mai visitato la destinazione e che prevede partenze giornaliere, oppure le tracce di viaggio Smart che permetteranno ai clienti di visitare il Paese utilizzando anche i mezzi locali, una vera immersione local”.

Parallelamente si amplia anche il team di Creo. Dal 2021 il numero di collaboratori è cresciuto da 4 (numero dei fondatori) agli attuali 34.

Positive anche le performance. Nel 2023 gli ordini in ingresso ammontano a 18 milioni di euro, il 90% in più rispetto al 2022. Un dato che porta ad alzare gli obiettivi per il 2024, anno in cui il t.o. punta a raggiungere il 60% degli ordini in ingresso rispetto all’anno corrente.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi