Ultimo aggiornamento alle 08:02
|

Le Isole d’Italia
Il tour operator
che racconta
l’altra faccia del mare

di Cristina Peroglio

Un operatore nato su un’isola che ha deciso di dedicarsi solo alle isole. È questo Le Isole d’Italia, tour operator con sede a Lipari, che partito dalle Eolie ora offre tour e soluzioni per tutte le zone insulari del Paese, da Sicilia e Sardegna alle tantissime isole minori.

“Abbiamo deciso di occuparci di isole perché le conosciamo bene - spiega Francesca Marino, responsabile programmazione dell’operatore -. Siamo nati nel 2008 e siamo partiti con le Eolie, poi pian piano abbiamo inserito tutte le altre destinazioni. Il nostro punto di forza è, sicuramente, la specializzazione e la capacità di costruire viaggi personalizzati, tagliati su misura del cliente”.

L’operatore offre prodotti completi, dal volo al soggiorno al tour, ma si occupa anche solo del soggiorno e dei servizi a destinazione, a seconda delle necessità. “Abbiamo prodotti per tutte le tasche – spiega Marino – grazie all’ampio bacino di strutture con cui collaboriamo. Certo, su alcune destinazioni mancano strutture di livello, per cui un’opzione alternativa, molto richiesta, è quella di soggiorni in barca a vela o catamarano, anche privatizzati”.

Non solo spiagge
La particolarità del prodotto di Isole d’Italia è quella di proporre un’immagine alternativa del turismo insulare. “La proposta del solo mare la stiamo ormai abbandonando, perché puntiamo a far conoscere la vera identità delle isole, anche sviluppando tour in media o bassa stagione, con trekking e escursioni, viaggi fra cultura e enogastronomia, alla scoperta di realtà artigianali e produttive interessanti o degli aspetti naturalistici del territorio”.

La gran parte dei pax per Le Isole d’Italia arriva dal traffico italiano, anche se negli ultimi anni sono aumentati i clienti da Spagna, Germania, Regno Unito e Austria. “Lavoriamo molto con le agenzie, alle quali assicuriamo un prodotto senza pensieri, e proposte nette sulle quali possono effettuare il loro ricarico” dice ancora Marino.

Il caro prezzi
Che, pur soddisfatta dell’andamento di quest’anno, non nasconde alcuni problemi che sembrano caratterizzare l’estate 2023.
“Le richieste ci sono, ma abbiamo un grosso problema sui voli verso la Sicilia, che hanno prezzi impraticabili e generano un rallentamento dei flussi turistici. Tanto è vero che registriamo un calo sulle Eolie, proprio per la difficolta sui collegamenti aerei”

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi