Ultimo aggiornamento alle 10:27
|

Coronavirus, Msc Crociere: più preucazioni per combattere la paura



Il coronavirus, inevitabilmente tocca il mondo del turismo. Non ne è immune il settore delle crociere. "Incide sulla vita di tutti noi e sulla commercializzazione delle crociere in Italia", spiega Luca Valentini (ascolta l'intervista nel player in alto), direttore commerciale di
Msc Crociere.

"Pur non essendo medici, abbiamo deciso di agire per tranquillizzare i passeggeri che scelgono di viaggiare a bordo delle nostre navi". Si tratta di una serie di interventi precauzionali come ad esempio il vietare l'imbarco a persone che nei 30 giorni antecedenti alla partenza abbiamo visitato Paesi a rischio o ai quali, al terminal crociere, venga rilevata una temperatura corporea superiore al 38 e dunque uno stato febbrile.

"Per combattere la paura abbiamo bisogno anche del lavoro degli agenti", conclude Valentini. "Sono loro che sul territorio devono parlare coi clienti, da parte nostra investiamo sulla sicurezza perché crediamo sia il modo migliore per trasmettere la garanzia del prodotto che vendiamo".

Gaia Guarino

Leggi anche: msc crociere
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi