Ultimo aggiornamento alle 08:35
|

Msc risponde alle agenzie:
“Ecco le nuove quote di servizio”

di Oriana Davini

Msc Crociere lancia le quote di servizio in agenzia di viaggi, rendendole commissionabili in caso di pre-acquisto. Per tutte le partenze dal 31 marzo, infatti, agli ospiti sarà richiesto il pagamento delle quote di servizio, già obbligatorie da anni su tutte le navi da crociera, che non potranno più essere modificate o cancellate una volta a bordo. Una mossa, spiega il direttore commerciale, Luca Valentini, "con cui vorremmo disincentivare l'utilizzo delle mance personali a bordo, perché premiano solo il personale di contatto, mentre c'è una squadra di lavoratori, molti dei quali non visibili dagli ospiti, che garantisce la qualità del servizio".

Meno mance
Meno mance, quindi, e in alternativa un costo di servizio addebitato direttamente sul conto della cabina, da saldare al termine della crociera oppure da prepagare in adv prima della partenza. "In questo caso - sottolinea il manager - la novità è che riconosciamo all'adv una commissione del 5%".

Più trasparenza
La comunicazione di Msc Crociere ha suscitato qualche dubbio nel mondo agenziale: "Ce lo aspettavamo - ammette il manager -, perché negli anni è capitato che alcune quote venissero stornate a bordo, alimentando l'idea che in Msc fossero facoltative anziché obbligatorie, come invece è per tutte le compagnie di crociera". In questo modo, aggiunge, "vogliamo fare chiarezza ed essere trasparenti". A sostegno della nuova politica, il player dei mari lancia una promozione che garantisce, fino al 30 aprile, uno sconto del 50% sulle quote di servizio per le partenze dal 31 marzo.

Leggi anche: msc crociere
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi