Ultimo aggiornamento alle 11:46
|

Agenzie di viaggi,
debuttano gli Isa:
dal 2018 addio
agli studi di settore

Ci sono anche agenzie di viaggi e tour operator tra i contribuenti che, il prossimo anno, testeranno per primi i nuovi Isa, ovvero gli Indici sintetici di affidabilità che sostituiranno gli studi di settore. Lo strumento entrerà in azione nel 2018, a decorrere dunque dal periodo di imposta 2017.

In totale, gli Isa che debutteranno il prossimo anno saranno 70, per un platea totale di circa 1,4 milioni di contribuenti. L’Isa che interesserà le attività commerciali legate al turismo sarà indicato con il codice AG78U e riguarderà le attività economiche 79.11.00 (Attività delle agenzie di viaggio), 79.12.00 (Attività dei tour operator) e 79.90.19 (Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio nca).

I vantaggi per i contribuenti affidabili
Gli Isa sono stati progettati per adottare una logica premiante (e non punitiva), con progressivi vantaggi per i contribuenti che si dimostreranno più affidabili. Questi ultimi, infatti, “avranno accesso a significativi benefici premiali su più livelli” si legge nella nota dell’Agenzia delle entrate.

“In particolare - precisa il documento - vengono esclusi gli accertamenti di tipo analitico–presuntivo”; e ancora, sarà “limitata l’applicazione degli accertamenti basati sulla determinazione sintetica del reddito”. Inoltre è prevista “la riduzione dei termini per l’accertamento e l’esonero, entro i limiti previsti, dall’apposizione del visto di conformità per la compensazione dei crediti d’imposta”. E ancora, i contribuenti più affidabili potranno usufruire dell’esonero “dall’apposizione del visto di conformità ovvero dalla prestazione della garanzia per i rimborsi Iva per un importo non superiore a 50mila euro”.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi