Ultimo aggiornamento alle 15:08
|

Press Tours: "La morte di Fidel non avrà ricadute sul turismo"

di Claudiana Di Cesare

La morte di Fidel e il paventato scenario di una veloce colonizzazione nordamericana non intaccherà l'appeal di Cuba. La promessa arriva da PressTours, nel corso della convention a Montesilvano di Geo Travel Network. "Ci sarà una forte eco nelle prossime settimane - spiega Sante Vitale, direttore commerciale -, che non potrà che aiutare ulteriormente la destinazione".

Nonostante alcune letture catastrofistiche sul rischio di una futura colonizzazione americana dell'isola e la relativa perdita di autenticità, Vitale rassicura: "A Cuba non cambierà nulla nel breve periodo".

Il tour operator vede crescere le prenotazioni per l'Isla Grande a doppia cifra e ha investito in diverse strutture della tipologia 'casas particulares' in vuoto-pieno.

Per quanto riguarda il resto dell'offerta, per il 2017 il t.o. annuncia una programmazione più corposa sulle Maldive e nuovi impegni sul Messico, destinazione che cresce del +50 per cento.

"A Natale lanceremo un marchio nuovo - aggiunge Vitale - l'Explora club, che, per la prima volta, vedrà la presenza di animatori italiani e torneremo con un nuovo volo su Antigua, che mancava da tre anni".

Leggi anche: Cuba, press Tours
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi