Ultimo aggiornamento alle 09:23
|

Indovina il prezzo

di Francesco Zucco

Non ci sono più le tariffe di una volta, questo ormai si sa. Le compagnie aeree, prime ad applicare cambiamenti di quotazioni a ritmo da mercato borsistico, hanno fatto scuola. E ora sono in molti quelli che seguono le orme.

Anche perché il sistema del prezzo dinamico (questa la parola d'ordine che da più parti si sente ripetere) premia l'anticipo rispetto al last minute: il grande sogno di tour operator e agenzie di viaggi, che a tutt'oggi stenta a realizzarsi.

Oggi come oggi, di sicuro nel turismo non c'è più nulla, men che meno le tariffe. Indovinare il prezzo è la grande sfida di questi anni: obiettivo, trovare l'equilibrio tra tariffe appetibili e marginalità.

La risposta, da quest'anno, sembra essere proprio il prezzo dinamico. Che, detto in altri termini, equivale ad affermare: prima si prenota, meno si paga. Lo ha dichiarato Alpitour, l'ha sottolineato Hotelplan: da quest'anno, le tariffe cambiano.

Una nuova sfida anche per le agenzie, che in qualche caso si troveranno a dover spiegare al cliente il perché di determinati andamenti del prezzo.

Ma, forse, questo sistema consentirà di far capire a chi compra determinati meccanismi che vanno oltre il semplice sconto sull'invenduto dell'ultimo momento.

Anche i clienti, del resto, devono imparare a indovinare il prezzo.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi