Ultimo aggiornamento alle 09:01
|

Fouad, Phone&Go: "Alla ricerca di una maggiore marginalità"

di Amina D'Addario

"Una formula nuova che lascia più maginalità, anche alle agenzie". Fouad Hassoun, patron di Phone&Go, descrive così 'Ready to Go', il nuovo progetto con cui l'operatore entra ufficialmente nel segmento più redditizio del prodotto di linea.

Il progetto, che ha richiesto un lavoro di circa 10 mesi, è pronto ora a decollare con una programmazione di dieci destinazioni e un folder dedicato  al mercato agenziale.

"Le vendite - spiega Fouad - partiranno entro la fine di ottobre. La sfida è stata quella di creare una  programmazione di linea basata sul concetto di charter".

Una nuova avventura che non porta comunque l'operatore a rinnegare le origini. "Il charter rimane sempre il nostro core business, ma è anche vero - ammette - che le compagnie aeree fanno oggi più fatica a riempire i voli".

Intanto il 2014 dovrebbe archiviarsi con circa 85 milioni di euro di fatturato (più 14 per cento sul 2013) e un totale di 180 mila passeggeri. Centrale si conferma l'apporto dell'Egitto capace di generare anche per il 2014 circa 25 milioni di fatturato.

Leggi anche: Phone&Go
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi