Ultimo aggiornamento alle 08:02
|

Patanè prova
ad andare in fuga

di Remo Vangelista

Un uomo solo al comando. Luca Patanè ha deciso di staccare tutti. In un mercato dove la maggior parte dei protagonisti gioca a nascondino, l’imprenditore milanese si toglie tanti sassolini dalle scarpe. Intervenendo all’assemblea Fto (prima di aprire le danze tira un lungo sospiro) indossa l’armatura e inizia a criticare in prima battuta il Governo e poi Alitalia, o viceversa.

Sul fatto che il turismo sia marginale e ben distante dai pensieri della politica, non possiamo certo dargli torto. Sull’eterna crisi Alitalia non vi sono più parole e neppure il super commissario Leogrande (incaricato dal Governo Conte 2) farà miracoli.

Poi, prima di chiudere il suo intervento dedica un pensiero ad Alpitour e al contratto più dibattuto delle ultime stagioni. In questo caso usa il fioretto spiegando “spero si possa aprire un dialogo costruttivo”.

Piacere o meno, Patanè oggi prova a fare rialzare la testa a una parte del comparto. L’altra parte ha ormai deciso che nulla deve cambiare. Meglio il silenzio o le chiacchere da bar.

Twitter @removangelista

Leggi anche: Alitalia, Alpitour, Luca Patané
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi