Ultimo aggiornamento alle 10:16

Lady Globetrotter

Pamela McCourt Francescone, Giornalista giramondo
|

Il Vietcong

Mi è venuto incontro zoppicando.  Di bassa statura con occhi vispi, era Thinh la guida che mi accompagnava a My Son, il sito archeologico Cham a due ore di macchina da Da Nang in Vietnam.

Lungo la strada mi ha parlato del sito, il centro spirituale e religioso più importante dell'antico Regno Champa. Un luogo di indubbio interesse, anche se per chi è di casa a Roma rimane difficile lasciarsi trasportare da qualche rovina, con dovute eccezioni come Machu Picchu, Petra, la Grande Muraglia o le Piramidi di Giza.

Thinh ha parlato a lungo della sua gente e della storia del suo paese. Soprattutto della storia più recente e degli anni della Guerra del Vietnam. Lui la chiamava la Guerra Americana, raccontandomi che aveva vissuto quegli anni nella giungla combattendo come guerrigliero Vietcong, e si è messo in posa accanto a un missile americano.

"Oggi facendo la guida, ti capita di lavorare con turisti americani"? "Si certo, molti americani arrivano qui, e spesso incontro soldati veterani che hanno combattuto proprio come me nella giungla. Brava gente 'sti americani".


TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA


I blog di TTG Italia non rappresentano una testata giornalistica poiché sono aggiornati senza alcuna periodicità. Non possono pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Le opinioni ivi espresse sono sotto la responsabilità dei rispettivi autori

Torna su
Chiudi