Ultimo aggiornamento alle 13:58
|

Proposta choc della Francia: tassare gli smartphone per finanziare la cultura

La cultura è fondamentale, e va sostenuta a tutti i costi.

Parte da questo presupposto una delle proposte contenute nel rapporto commissionato dal presidente Holland, che prevede l'applicazione di una tassa su smartphone e tablet il cui ricavato andrebbe a sostenere gli stessi artisti e autori presenti su internet con le loro opere.

L'idea, destinata a sollevare inevitabili polemiche, è di Pierre Lescure, un imprenditore e giornalista scelto da Hollande per studiare misure di protezione dei diritti d'autore.

Dal momento che è sempre più complicato convincere i francesi a pagare per scaricare legalmente dischi o film, la proposta è di far pagare una tassa per ogni prodotto tecnologico acquistato.

In questo modo, secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, si supererebbe anche il cosiddetto sistema Hadopi, adottato dalla Francia quattro anni fa, che prevede pesanti sanzioni sulla pirateria online.

Il sisterma di Lescure permetterebbe di avere entrate sicure e quantificabili, vista la diffusione sempre crescente dei prodotti tecnologici mobile, ma la proposta prevede anche un coinvolgimento diretto di Apple, Google e Amazon nel duplice ruolo di produttore dei nuovi dispositivi e diffusori di contenuti culturali online.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi