Ultimo aggiornamento alle 14:05
|

La primavera della Polonia, fra parchi e innovazione

di Alberto Caspani

Con l’arrivo della stagione della fioritura, la Polonia riparte da giardini e parchi reali per mostrare ai visitatori internazionali i progetti di rigenerazione urbana più innovativi.

“Questo tema testimonia in modo esemplare i legami storici con la cultura italiana - spiega Barbara Minczewa, direttore Polish Tourism Organisation - e trova in Varsavia, oggi capitale europea del cambiamento, il suo centro naturale. Al Castello Reale, inoltre, celebreremo dal 23 settembre al 10 gennaio 2023 i 300 anni del Canaletto, in quanto i suoi dipinti sono stati fondamentali per ricostruire la città storica dopo la Seconda Guerra Mondiale”.
Dai nuovi punti di ritrovo creati lungo la Vistola alla riqualificazione culturale della storica fabbrica di Norblin o del birrificio Haberbusch i Schiele, passando per gli hotel della new skyline Zlota44, Varso (il più alto d’Europa) e Warsaw Spire, la capitale polacca si candida a guidare il recupero dei 600mila visitatori italiani ospitati in Polonia sino al 2019, grazie anche a un network nazionale di 70 collegamenti aerei diretti.

“La scelta di ospitare al Consolato di Milano un concerto del maestro Claudio Sovero dedicato a Chopin - ha spiegato Anna Golec-Mastroianni, console generale della Repubblica di Polonia a Milano - anticipa la stagione musicale che il parco reale Lazienki di Varsavia consacra in primavera al pianista”.
Nella foto, Barbara Minczewa e Anna Golec-Mastroianni.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi