Ultimo aggiornamento alle 11:19
|

Tunisia, il ritorno delle crociere: primo scalo a Tunisi dopo i fatti del Bardo

Un segnale di incoraggiamento, che il Paese ha voluto salutare in maniera enfatizzata e simbolica, con la presenza dello stesso ministro del Turismo Salma Elloumi Rekik. A un anno e mezzo di distanza è attraccata ieri in Tunisia la prima nave da crociera dopo l’attentato al Museo del Bardo.

In arrivo da Barcellona, si legge su Lastampa.it, la Ms Europe della compagnia tedesca Hapag-Lloyd Cruises si è fermata al porto della Goulette nella capitale, per permettere ai crocieristi tedeschi di visitare la città. Un evento isolato al momento (non si prevedono infatti per ora altre navi), ma che mette un altro tassello al percorso di reinserimento nella mappa del turismo partito con la nomina del nuovo Governo ad agosto. Insediamento che vede nel programma proprio il turismo come oggetto di investimento per riportare i flussi.

Gli altri segnali
E anche gli ultimi dati relativi al settore in unisia iniziano a dare segnali di ripresa, con un aumento del 25 per cento degli arrivi a Djerba e la risalita delle entrate valutarie derivanti dal settore. Un piccolo passo al quale ha in parte contribuito anche l’Italia attraverso la rotazione charter che Tunisair ha mantenuto viva in collaborazione con alcuni tour operator e che ha visto un tasso di riempimento dell’80 per cento.

Nel Paese ora si spera che il segnale lanciato dai tedeschi (gli stessi che per primi hanno deciso di riaprire ai viaggi sul Mar Rosso) possa essere raccolto da altri, sia nel comparto crocieristico sia da parte dei tour operator.

Leggi anche: Crociere, Tunisia
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi