Ultimo aggiornamento alle 11:04
|

L'exploit della Spagna, entrate valutarie a 124 miliardi

I dati record del 2015 per l’industria dei viaggi spagnola hanno avuto effetti benefici sull’economia del Paese. È quanto rileva Exceltur - la Federazione spagnola dei professionisti turistici, che indica in 124 miliardi di euro l’apporto valutario derivante dal comparto; una cifra che rappresenta il 14 per cento del Pil nazionale e registra, rispetto all’anno precedente, una crescita di 3,7 punti percentuali, la più forte dal 2007 a oggi.

La regione più visitata della Spagna è stata la Catalogna, che ha catalizzato il 16,3 per cento di tutte le prenotazioni effettuate nel 2015; seguono Castiglia e León con uno share del 15 per cento sul totale delle prenotazioni, l’Andalusia con il 13,4 per cento, La Mancha con l’8,4 e Valencia con uno share del 7,8 per cento.

Non altrettanto positivo il dato riguardante la spesa media per turista, che lo scorso anno nel Paese è diminuita del 2,1 per cento, a 741 euro. In base all’indagine Exceltur, l’84,7 per cento dei professionisti interpellati ritiene di aver avuto un anno migliore del precedente per le vendite, mentre il 56 per cento di loro valuta i loro progressi conuna percentuale che supera il 5 per cento rispetto al 2014.

Leggi anche: Spagna
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi