Ultimo aggiornamento alle 09:54
|

L'Egitto gioca
la carta sicurezza
nei resort

L’Egitto passa all’azione per tutelare i turisti e prepara un pacchetto di misure straordinarie con l’obiettivo di rafforzare la sicurezza dei resort.

Primo punto del piano uno stanziamento dei 32 milioni di dollari, che saranno utilizzati per nuove misure a tutela dei visitatori. Il ministro del Turismo egiziano, Hisham Zaazou, ha specificato che si provvederà al più presto a installare nuovi sistemi Cctv a Sharm el Sheikh e Hurghada, in modo da garantire ai resort una copertura completa.

A questi sistemi se ne affiancheranno altri analoghi forniti dai privati e installati negli alberghi, nell’intento di migliorare ulteriormente il controllo. Lo stanziamento sarà utilizzato anche per l’acquisto di attrezzature di scansione e rilevamento e il ministro annuncia, infine, un incremento del personale di sicurezza nei resort, per monitorare i punti chiave attorno agli alberghi e i luoghi d'accesso, sia via mare che via terra. Nei resort verrà, infine, inserito un numero significativo di unità cinofile.

“Il benessere dei turisti che visitano il nostro Paese - dichiara il ministro - è per noi prioritario e continuerà ad esserlo. Nulla sarà lasciato intentato per garantire la loro sicurezza”.

Queste nuove misure, aggiunge il titolare del dicastero, “miglioreranno ulteriormente la sicurezza dei nostri resort, senza però essere invadenti nei confronti dei turisti che si stanno godendo le loro vacanze”.

Leggi anche: Mar Rosso, Egitto
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi