Ultimo aggiornamento alle 09:21
|

Luca Patanè:
il segreto
dell'incoming

Un bacino di 80 milioni di potenziali clienti. Che Luca Patanè (nella foto) non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare.

Il numero uno di Uvet racconta ad Affari e Finanza, il supplemento di Repubblica, il suo progetto incoming. Un'idea che parte da una semplice constatazione: i discendenti degli italiani all'estero (circa 80 milioni, appunto) sono un ottimo punto di partenza per mettere in moto la macchina dell'inbound.

Il tutto partirà in concomitanza con Expo 2015, afferma Patanè raccontando i dettagli della nuova società Made in Uvet; ma non si esaurirà alla chiusura dei padiglioni milanesi. I 500mila biglietti che il gruppo ha acquistato in vista dell'evento saranno solo la rampa di lancio per mettere radici in un nuovo settore.

Obiettivo? Portare in Italia "almeno un milione di emigrati all'anno per i prossimi decenni" è l'ambiziosa stima del presidente.

Leggi anche: Luca Patané, Uvet, Expo 2015
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi