Ultimo aggiornamento alle 10:30
|

Rapporto Federculture: musei romani a due velocità

di Pamela McCourt Francescone

Gli alti e bassi dei musei della Capitale nel Rapporto Federculture.

Dalla decima edizione dello studio condotto dall'associazione emerge un forte incremento di visitatori, nel 2013, in due soli musei statali di Roma: il Maxxi, a +43 per cento, e il Museo dell'Ara Pacis, in aumento del 37 per cento rispetto all'anno precedente.
Per contro, è sceso in modo drammatico il numero di visitatori ai musei civici, in particolare, al Macro, che ha registrato una flessione del 52 per cento.

Intervenendo all'assemblea generale di Federculture, il sindaco della città, Ignazio Marino, ha sottolineato l'impegno del Campidoglio: "Stiamo facendo scelte strategiche, la cultura e gli spazi culturali sono prioritari per noi".

Ma è la cultura in generale a non attrarre, secondo il Rapporto Federculture, che sottolinea il calo del 15,5 per cento per il teatro, del 12,8 per le mostre e del 14 per i concerti, mentre la spesa culturale delle famiglie italiane è scesa di 3 punti percentuali.

Preoccupato dai dati che riguardano i contributi pubblici il presidente di Federculture, Roberto Grossi: "Nel quinquennio 2008-2013 la riduzione media è stata del 32,4 per cento per le realtà pubbliche e del 48 per i privati. Serve ripristinare i livelli degli investimenti, semplificare le normative e sburocratizzare le procedure".

Per il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Stefania Giannini, sarebbe auspicabile l'introduzione di un bonus che consenta la detrazione fiscale in investimenti sul patrimonio intangibile come, ad esempio, la formazione.

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi