Ultimo aggiornamento alle 10:12
|

Rapporto Italia-Cina: i turisti del Dragone big spender nel 2013

Crescono del 30 per cento i visti per gruppi turistici da Pechino all'Italia nel 2012 e lo shopping cinese nella Penisola, soprattutto quello di lusso, registra un incremento del 68 per cento.

Questi i dati che emergono dal Rapporto annuale della Fondazione Italia Cina, realizzato in collaborazione con Unicredit, che analizza la situazione politica, sociale ed economica del Paese.

Dal punto di vista turistico, il rapporto, che contiene previsioni per il 2013, si focalizza sugli acquisti tax free dei turisti di nazionalità cinese in Italia, in collaborazione con Global Blue Italia.

L’economia cinese continuerà a crescere nel 2013 intorno al target del 7,5 per cento. Persiste inoltre il boom dei consumi. Il consumo urbano pro capite è cresciuto nel 2012 attorno all’11 per cento a 16.802 Rmb (circa 2.682 dollari Usa). Le vendite al dettaglio di beni di consumo per il periodo 2012 hanno visto una crescita da 18,09 a 21,03 miliardi di Rmb.

Sull'onda della crescita dei consumi interni, i turisti cinesi in Italia diventano interessanti big spender. In termini di scontrino medio, infatti, il turista cinese, assieme a quello di Hong Kong, rimane ancora leader nell’ammontare di spesa per shopping in Italia (892 euro per il turista cinese con un 6 per cento di crescita, e 1.022 euro per il turista di Hong Kong con un 3 per cento di incremento).

Gli acquisti dei turisti cinesi nella Penisola sono rivolti prevalentemente al settore moda (66 per cento) e gioielleria (27). Occorre però segnalare che nel 2012 quest’ultimo comparto ha mostrato un tasso di crescita maggiore (+78 per cento) rispetto alla moda.

I turisti cinesi continuano a prediligere lo shopping nelle grandi città, anche se occorre evidenziare una distribuzione degli acquisti maggiormente diffusa sul territorio nazionale.

Leggi anche: turisti, Cina, Global Blue
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi