Ultimo aggiornamento alle 15:56
|

Roscioli, Federalberghi Roma: "La città vive una fase di stallo prolungato".

Arrivi di poco sotto la soglia dei 20 milioni e comunque in crescita del 2,5 per cento e presenze nettamente sopra i 46 milioni, anch’esse in aumento del 2,4 per cento.

Sono questi i dati preliminari del turismo a Roma nel 2019 elaborati dall’Ente bilaterale del turismo del Lazio e presentati questa mattina nella Capitale nel corso del consiglio direttivo di Federalberghi Roma. Un risultato che però non convince l’associazione: “È importante si sia confermato un trend di incremento - ha detto il presidente Giuseppe Roscioli (nella foto) -, ma Roma vive un sostanziale fase di stallo prolungato: come l’anno scorso cresciamo solo del 2,5% circa, restando ancora almeno due punti sotto la media mondiale, che è del 4,5”.

Per quanto riguarda il ricettivo, Hotel e rta (residence) hanno totalizzato circa 13 milioni di arrivi con un +1,94% rispetto al 2018, e circa 30,6 milioni di presenze con  +1,72% rispetto allo stesso periodo.

Leggi anche: Federalberghi Roma
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi