Ultimo aggiornamento alle 10:21
|

Metà alberghi, metà alloggi: l'Emilia Romagna dice sì ai condhotel

In Emilia Romagna i condhotel sono diventati una realtà e potranno contribuire alla riqualificazione e all’innalzamento qualitativo del patrimonio ricettivo regionale.

In Assemblea legislativa è stata approvata la legge regionale che dice sì alla formula ricettiva mista, già presente in molti Paesi europei, che abbina in una stessa struttura camere alberghiere e alloggi privati realizzati dalla vendita di parte delle stanze.

La possibilità di trasformarsi in condhotel, unico caso in Italia, è estesa anche alle colonie marittime e montane: una misura antidegrado per recuperare edifici anche importanti, che oggi sono dismessi.

Gli albergatori potranno destinare fino al 40% della superficie delle camere alla realizzazione di alloggi attrezzati ad uso residenziale, da vendere a privati. Le risorse ricavate dalla vendita devono essere reinvestite nella riqualificazione e sicurezza degli edifici e nella qualità dei servizi, allineandoli agli standard internazionali.

Leggi anche: Emilia Romagna
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi