Ultimo aggiornamento alle 10:54
|

Roma cresce
ma le adv
la bocciano

Malgrado il warning del Foreign Office, Roma continua a crescere e, paradossalmente, sono proprio gli abitanti del Regno Unito uno dei principali mercati per la città.

Secondo gli ultimi dati sugli arrivi, infatti, la Capitale ha registrato un incremento del 6 per cento nei primi sette mesi dell’anno, e gli inglesi rappresentano una fetta importante di questa torta, con 50.448 arrivi e 144.720 presenze.
Nonostante gli avvisi del loro Ministero degli Esteri, quindi, i turisti UK continuano ad amare la città eterna e le perdonano anche qualche difficoltà.

Cosa che invece non fanno i lettori di TTG Italia, che non sono affatto teneri né con Roma né con il sindaco Marino. Dai molti commenti lasciati su Facebook sulla notizia del warning britannico nei confronti della Capitale, sembra di capire che la situazione della città preoccupi i professionisti del turismo.

“Io stesso ‘catechizzo’ i miei clienti sui nuovi pericoli di Roma – scrive infatti Luca Pelliccetti -. Fino a qualche anno fa la definivo una città tranquilla, ora non più”. L’opinione è condivisa e pochi sono i sostenitori della linea del Sindaco, che ha definito l’avviso del Foreign Office ‘fuorviante e falso’. “Forse è il caso che il sindaco si renda conto della situazione reale di Roma invece di incolpare gli altri di falso allarmismo” sottolinea Alba Santoro e Fulvio Badetti rincara la dose: “Il sindaco Marino farebbe meglio a darsi da fare, visto che dal 1 settembre ‘spillerà’ ai turisti 6 euro di tassa di soggiorno”.

Insomma, tempo non facili per la città eterna, anche se, sottolinea Luca Minelli, “una città ‘tranquilla’ ormai dove la troviamo?”

Leggi anche: roma
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi