Ultimo aggiornamento alle 08:04
|

Nuovi hotel di lusso:
Parigi alla guida
della top ten 2021

Il 2021 dell’industria alberghiera di lusso ha viaggiato in controtendenza rispetto al resto del mercato. Sebbene secondo le stime il 45% degli arrivi sia stato posticipato, il 2021 ha portato con sè numerose nuove aperture.

E nella classifica Luxury Travel Intelligence riportata da Forbes, si segnalano i  migliori nuovi luxury hotel dell’anno. Nella top ten a vincere è Parigi: nella classifica degli ultimi due anni aveva una sola presenza, quella del  JK Place, mentre per il 2021 occupa tre delle prime quattro posizioni in classifica.
Sul podio si trova infatti il nuovo Hotel Bulgari di Parigi. A seguire, in seconda posizione c’è l’Airelles Chateau de Versaille, Le Grand Contrôle. Un ex palazzo della tesoreria a Versailles che dispone di 14 camere  arredate con mobili d’epoca. Terzo posto per il Beaverbrook Town House a Londra: con le sue 14 camere,  uno dei migliori hotel di campagna della Gran Bretagna arriva a West London nel 2021.

Al quarto posto torna Parigi, con il Cheval Blanc del colosso Lvmh. La struttura occupa l’edificio Samaritaine e comprende quattro ristoranti e la piscina urbana più lunga di Parigi, con una spa firmata Dior.
Si prosegue con il Mandarin Oriental Ritz di Madrid, in quinta posizione, e con il Kisawa Sanctuary in Mozambico, una proprietà di 750 acri sull’isola di Benguerra.
Al settimo posto troviamo Ginevra con il The Woodward. Questo indirizzo ginevrino vede la Collezione Oetker fondere le strutture ultra-lusso delle sue proprietà rurali con l’intimità di un piccolo hotel cittadino.

All’ottavo posto arriva l’Italia con una perla della Costiera Amalfitana: il Borgo Santandrea (nella foto), un boutique hotel con tutte le 47 camere arroccate sulla scogliera.
Chiudono la top ten il Patina Resort Maldive e il Villa Nai 3.3, un rifugio per adulti sull’isola di Dugi Otok in Croazia con sole 8 camere incastonate sui pendii delle colline.

In linea generale, la classifica di Luxury Travel Intelligence riconferma il trend vincente dei boutique hotel di piccole dimensioni e non appartenenti a grandi catene, ma gestiti da singoli proprietari  appassionati.
Fra le priorità da seguire, il coinvolgimento degli ospiti, l’autenticità delle esperienze praticabili, ma anche la ricerca di un’identità unica con un gusto locale. Il legame con il territorio è infatti sempre molto apprezzato dagli ospiti internazionali.

Leggi anche: hotel
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi