Ultimo aggiornamento alle 09:01
|

Quando il mulino diventa icona: 10 anni di Hilton Molino Stucky

di Alessandra Favaro

Si appresta a celebrare il decennale dall'apertura l'hotel 5 stelle Hilton Molino Stucky di Venezia, nell'isola della Giudecca, inaugurato il 1 giugno 2007 come il più grande albergo e centro congressi della città.

Un hotel nato da un imponente restauro di uno storico edificio industriale veneziano, il Molino Stucky, una delle architetture industriali più note della città lagunare, nell'Isola della Giudecca, costruita a cavallo tra Ottocento e Novecento e annoverata tra i più bei mulini europei, con torre e facciata neogotica.

Il passato
Lo stabile si ampliò e crebbe fino a diventare una delle industrie più fiorenti di Venezia fino agli anni del declino e della chiusura, nel 1955. Nel 1988 il Ministero per i Beni Culturali decise di apporre il vincolo su tutta la struttura e stabilì la sua trasformazione in complesso alberghiero, cominciata nel 2002.

Il mantenimento del nome e dell'architettura vuole conservare il ricordo storico e la volontà di Giovanni Stucky, l'imprenditore fondatore, di "mantenere vivo il rapporto con la città".

Il presente
Al suo interno, tre ristoranti tra cui un tipico bacaro veneziano dove gustare i "cicchetti" della tradizione, diventato punto di ritrovo anche per gli stessi abitanti del posto.

L'hotel offre 379 camere e suite, 7 ristoranti e bar, compreso un bar panoramico sul tetto,  piscina estiva sul tetto a 35 metri sopra al livello del mare la seconda spa e fitness center più grande di Venezia e il centro congressi più ampio della città, con 14 sale meeting per un massimo di 1.000 ospiti.

Leggi anche: Hilton, molino stucky, Venezia
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi