Ultimo aggiornamento alle 10:25
|

Debellini, Th Resorts:
"Fare l'albergatore
è un mestiere difficile"

di Claudiana Di Cesare

"Un mestiere difficile, il più difficile". Fare l'albergatore, oggi, è un lavoro complesso secondo Graziano Debellini, una grande sfida contro la concorrenza sleale, la mancanza di supporto istituzionale e di controlli, ma anche la tendenza diffusa "a proporre un prodotto che è diventato ripetitivo".

Il presidente di Th Resorts, in occasione del Forum internazionale turismo e cultura della Fondazione Agnes, fa il punto sulla situazione dell'alberghiero in Italia e traccia un quadro delle soluzioni e degli strumenti a disposizione per il prossimo futuro. Perché "se è vero che alcune forme di concorrenza sleale si sono insinuate - spiega -, è perché c'erano spazi in cui incanalarsi, punti deboli da riconoscere e affrontare".

Tra analisi e riflessione
La riflessione autocritica parte dal "sorriso un po' tirato" che l'accoglienza del ricettivo ha offerto ai clienti nell'ultimo periodo: "Un albergo deve essere casa - spiega Debellini -, accoglienza, oltre che qualità del prodotto e innovazione".

Per togliere forza e spazio alle proposte dell'extralberghiero è necessario "investire nella formazione e nei giovani - continua il presidente -, ripartendo dalle scuole alberghiere", ma c'è anche bisogno di "supporto istituzionale, regole e controlli". Debellini lamenta la mancanza di risposte istituzionali adeguate alle esigenze delle imprese: "Con le nuove normative la situazione è peggiorata - osserva -, anche con l'eliminazione dei voucher che rappresentavano un valido strumento".

Leggi anche: Th Resorts
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi