Ultimo aggiornamento alle 08:30
|

Il Convention Bureau Roma e Lazio guarda alla Cina

di Oriana Davini

È nato solo un anno e mezzo fa ma ha al suo attivo già diversi traguardi, tra cui quello di essere riuscito a far collaborare diverse forze politiche e istituzioni. Ora il Convention Bureau Roma e Lazio si prepara a conquistare la Cina.

Nel 2018, spiega il presidente, Onorio Rebecchini, "abbiamo già effettuato quattro missioni sul mercato cinese con l'appoggio di Ice ed Enit: la Cina è tra i primi dieci mercati turistici di Roma e avendo tra i nostri 120 soci anche Aeroporti di Roma, vogliamo presidiare un mercato che promette di crescere molto nei prossimi anni".

Entro il 2020, infatti, le stime parlando di un aumento delle presenze di visitatori cinesi, che potrebbero diventare il quinto mercato turistico della Capitale. "Il settore Mice non è ancora in pieno sviluppo in Cina, ma c'è molto interesse per il segmento corporate e incentive".

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi