Ultimo aggiornamento alle 12:20

Il commento del direttore

Remo Vangelista, Direttore TTG Italia
|

Una parte da Oscar

Toni morbidi rispetto al passato da battaglia. Ora dice di avere anche un modello da seguire, senza sottolineare ogni volta che Ryanair vale più di tutti.

Ieri a Londra abbiamo assistito ad una nuova interpretazione del grande attore da Oscar che risponde al nome di Michael O'Leary. Per spiegare la nuova filosofia della sua compagnia aerea ha citato due colossi della distribuzione come H&M e Ikea, in attesa di varcare tra qualche stagione il muro dei 100 milioni di passeggeri trasportati.

Il manager irlandese ha inoltre ricordato il progetto New York da 10 euro, ma in questo caso ha spiegato che per vedere decollare il lungo raggio sarà necessario attendere 5 anni almeno. Questa nuova interpretazione ci sembra più umana e meno sopra le righe. Ma lo spirito è lo stesso e alla prossima visita romana non mancherà di ricordarci che Ryanair ha ormai sopravanzato Alitalia.

Inutile illudersi, Michael è un grandissimo uomo da palcoscenico. Si adatta al momento, inventa e offre spettacolo.

twitter@removangelista

Leggi anche: Ryanair, michael O'Leary
/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA


Torna su
Chiudi