Ultimo aggiornamento alle 09:30
|

Vairo, Welcome Travel:
"Sharm non si svende"

di Amina D'Addario

Non farà stappare bottiglie di champagne, ma è comunque positivo il trend di vendita registrato in casa Welcome Travel, che ora ha dalla sua la carta di Sharm el Sheikh, appena tornata sullo scacchiere turistico.

Anche se la destinazione regina del turismo di casa nostra può celare il classico rischio dumping, un pericolo a cui l'a.d. del network Gian Paolo Vairo risponde in maniera chiara: "Non bisogna assolutamente svendere il prodotto".

"In assenza di Sharm - ripercorre l'amministratore delegato - i risultati di giugno e luglio sono tutt'altro che negativi. Le prenotazioni dell'area Mediterraneo e del prodotto crociere non stanno confermando la ripresa che avevamo avuto durante l'inverno, ma registrano una crescita significativa dei volumi di vendita, con un incremento sopra i sette/otto punti percentuali per gli operatori più consolidati sul mercato".

Un movimento di traffico in ascesa che la riapertura di Sharm el Sheikh potrebbe ora rafforzare. "Il Mar Rosso avrà grandissima importanza per le vendita di settembre. Quello che dobbiamo evitare sono le attività di svendita sull'Egitto che potrebbero ripercuotersi come in un effetto boomerang anche sul resto del Mediterraneo. I prezzi - avverte Vairo - dovranno rimanere su livelli ragionevoli".

/* */

TI INTERESSA QUESTA NOTIZIA? ISCRIVITI A TTG REPORT, LA NEWSLETTER QUOTIDIANA

Commenti di Facebook


Torna su
Chiudi