|

Calabria, Puglia e Abruzzo: Apulia Hotels potenzia l'offerta

Dieci le strutture in portfolio fra Abruzzo, Calabria e Puglia

Un’estate tutta italiana per Apulia Hotels, che propone dieci strutture fra Abruzzo, Calabria e Puglia. “Le prenotazioni si stanno muovendo in modo più soddisfacente rispetto all’anno scorso - commenta Antonio Vivo (nella foto insieme al socio Gaetano Colavita), direttore area sviluppo e socio di Apulia Hotels -. Al momento registriamo una flessione di prenotazioni del 40% circa rispetto al 2019, dato che può comunque ritenersi soddisfacente”.

E il trend è positivo: “Di settimana in settimana registriamo un incremento medio del volume delle prenotazioni pari al 20-25% in più rispetto alla settimana precedente”.

Certo, i nodi da sciogliere sono ancora molti, ma la stagione sembra finalmente essere decollata. “Il principale motivo che ancora frena le prenotazioni - aggiunge Gaetano Colavita, amministratore e socio di Vivo - è la confusione in merito alle informazioni sulle regole da rispettare per viaggiare. Una volta fatta chiarezza su questo fronte dovremmo ripartire nel migliore dei modi”.

Le new entry
Apulia Hotels presenta per l’estate tre new entry: due in Abruzzo, a Silvi Marina e sul Gran Sasso in montagna e una in Calabria, il Forte Club a Scalea. Quest’ultima è una delle strutture di punta a gestione Apulia Hotels e propone 325 camere sul mare in uno degli angoli più belli della Calabria. “Abbiamo realizzato importanti opere di ristrutturazione e siamo certi che incontrerà i gusti della nostra clientela”.

L’obiettivo per quest’anno è di superare i 10 milioni di euro di fatturato. “Intanto ci prepariamo all’apertura di tutte le nostre strutture, in programma a partire dal 2 giugno - spiega Colavita -. Stiamo ricevendo tante richieste per la Puglia, sia per il Salento sia per il Gargano e anche la Calabria si sta muovendo. Un po’ a rilento, invece, le richieste per l’Abruzzo, che per tipologia di turismo si muove più sottodata”. I due manager riconfermano comunque che, se la partenza in giugno sarà ancora in salita per la mancanza di regole chiare e definite, la stagione potrebbe presentare interessanti opportunità, anche sul fronte gruppi, per i mesi di settembre e ottobre.

Non ci siamo mai fermati e in questi mesi abbiamo anche messo a punto un modello di ristorazione e intrattenimento nuovo, che prevede fra l’altro un potenziamento del 30% della nostra equipe di animazione. Grazie al fatto di proporre strutture di dimensioni ridotte, ideali per le famiglie e sempre vicine al mare, riusciamo a gestire al meglio anche le necessarie regole di sicurezza per evitare il pericolo di assembramenti”. I. C.

Vedi Villaggi vacanze; Vedi tutti i dossier di Vacanze Tematiche; Vedi tutti i dossier

Commenti di Facebook

Torna su
Chiudi