|

Un differente appeal

I target principali restano gli honeymooner e le coppie, anche con una stagionalità alternativa

Passano le mode, passano gli uragani e passano anche gli anni, ma i Caraibi come meta turistica non passano mai di moda. È questo il termometro della destinazione che arriva dalle agenzie di viaggi della Penisola, che si trovano concordi nell’analisi: dopo i fatti del 2017, che hanno messo a dura prova l’intera area e che hanno lasciato una scia di danni abbastanza pesante, l’inverno del 2018 sembra segnare la fase di rilancio, malgrado il mercato italiano sia ancora un po’ condizionato dal peso degli avvenimenti passati.
Le isole sono ripartite con forza: i maggiori resort e le venue più iconiche dell’area caraibica hanno riaperto o stanno per farlo con l’inizio della stagione invernale, proponendo un’offerta più completa e innovativa.

Molte strutture danneggiate dalla furia degli uragani, infatti, hanno rimesso mano alle camere, agli spazi comuni, ai ristoranti, alle piscine e alle spa. Ora si ripresentano sul mercato dopo investimenti multimilionari, con una serie di novità che stanno contribuendo ad attrarre non solo nuovi flussi, ma soprattutto ad affascinare nuovamente chi quegli hotel e resort li ha frequentati in passato; e ora vuole sperimentare le loro unicità.  

I Caraibi restano una meta gettonata, in particolare dalle coppie e dagli honeymooners, ma molto, quest’anno, pesano le programmazioni degli operatori, che più del solito guidano le scelte dei turisti. Complice anche la consueta carenza di voli diretti, se non per alcune destinazioni: al di là di Santo Domingo, Cuba e Riviera Maya, le rotazioni dall’Italia su altre isole sono rare e non facilmente vendibili da tutti gli operatori.
Resta, infatti, intatto l’atavico problema per il quale alcune aree del Paese devono far riferimento agli hub di Milano o Roma per poter accedere a collegamenti diretti verso numerose destinazioni, e non sempre questo rende il lavoro semplice per le agenzie.
Malgrado tutto questo, si verifica all’opposto una maggiore continuità nell’interesse per i Caraibi: più di un’agenzia fa infatti notare come, a dispetto di una stagionalità meno favorevole, molti decidano di visitare l’area in estate, facendo così coincidere il viaggio con la vacanza principale.

Vedi Caraibi; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier Leggi anche: caraibi

Commenti di Facebook

Torna su
Chiudi