|

Focus sulla customer satisfaction

Un osservatorio permanente dell'ente del turismo per monitorare il livello di soddisfazione dei clienti

Dallo scorso ottobre l’Ente del Turismo mauriziano in Italia ha inaugurato, sul proprio sito, un’osservatorio permanente per monitorare il livello di soddisfazione dei clienti nei confronti dell’isola.

“Ad oggi abbiamo avuto un centinaio di risposte da parte di viaggiatori che sono stati a destinazione, quindi affidabili”, spiega la rappresentante dell’ente per il nostro mercato, Paola Cerri.
Il risultato non stupisce: nove persone su dieci si ritengono molto soddisfatte una volta rientrate dal viaggio, tanto che la totalità consiglierebbe Mauritius e si dichiara disposto a tornarci. E non solo per le spiagge e il mare, aspetti sempre cruciali per la clientela italiana, ma anche per il verde dell’entroterra, il servizio negli hotel e le tradizioni locali.

A sorprendere invece in positivo, giustificando l’importanza di Mauritius per la distribuzione italiana, sono le fonti di informazione che i clienti consultano prima di partire: se più del 30 per cento indica il web, ormai diventato la prima risposta a prescindere dalla meta del viaggio, la stessa percentuale ammette di essersi informato dal proprio agente di viaggi.

“Un’ulteriore conferma del fatto che parliamo di un prodotto ancora molto pacchettizzato - commenta la manager -, tant’è vero che il 72 per cento di chi ha risposto ha prenotato in agenzia”.
Va detto, però, che passaparola e recensioni online svolgono la parte del leone quando si tratta degli aspetti che hanno la maggiore forza per convincere il viaggiatore a partire.

Una volta a destinazione, più del 70 per cento dei clienti si dedica al relax in spiaggia, ma ad andar per la maggiore sono anche la visita della capitale Port Louis, del giardino botanico Pamplemousse e lo shopping nei mercati.

Vedi Mauritius; Vedi tutti i dossier di Lungo raggio; Vedi tutti i dossier Leggi anche: Mauritius

Commenti di Facebook

Torna su
Chiudi